Chi siamo

Soci Onorari
Convenzioni
Gadget
Iscrizione al club
Contatti
Raduni
MiniRaduni
Gallery
Links


Utenti on-line

598

Utenti iscritti al web

5913

Accessi di oggi

6868

Username:

Password:

Registrati

ETCC
 MONZA - 19 Ottobre 2003

BREVI COMMENTI

Il giorno del giudizio Le gare Altri commenti Le dediche Schede piloti Le iene ;) Le foto

Incontriamo il mitico Cinghio …

per me è come vedere Gesù, Mosè, Budda e Maometto (con tutto il rispetto per i fedeli), avere il suo autografo e poterci parlare poi è come essere andato a Lourdes ed essere uscito con l’intelligenza di Einstein, il fascino di Sean Connery e i soldi di Berlusconi (con tutto il rispetto per lo scienziato e l’attore e il magnate dell’imprenditoria)!
Paragoni divini a parte, Gabriele non è solito pilota professionista, freddo e perfetto come un automa, ma uno di noi, pieno di passione come fosse agli esordi, un tipo genuino che vorresti fosse il tuo migliore amico. E’ disponibile e umile, non sta sopra un piedistallo.
Mi è venuto spontaneo dirgli “mi raccomando!” … a Tarquini!
Chico gli ha detto “ci sono soci venuti dalla Sicilia, dalla Calabria con 16 ore di treno sulle spalle”. Entrambi avevamo l’aria disperata di un malato inguaribile che va a Fatima a chiedere il miracolo alla Madonna!
E lui ci ha risposto “ragazzi, io ce la metto tutta!”, risposta scontata ad una domanda idiota se rivolta a lui, un guerriero che fa di ogni giro di pista un gran premio!
Ma quello che mi ha rassicurato è stato il suo sguardo mentre ci rispondeva, attraverso i suoi occhi si vedeva il suo cuore rosso Alfa e l’Orgoglio di essere un Italiano e un Alfista!
Ho ancora le lacrime agli occhi … e lo si nota dalla mia espressione ebete tipica degli innamorati che ho nella foto con lui.

CARLITOS
 


La caccia ai personaggi del mondo Alfa Romeo proseguiva e riuscivamo a prendere contatto con; Mauro Sipsz (fine ed educatissimo), alcuni del team AutoDelta (tra i quali un mio conoscente di Varese… ah, come passa il tempo!), vari meccanici Alfa ma il bello signori miei è stato l’incontro con Gabriele “Cinghio” TARQUINI!!!! Non ci sono parole per descrivere l’emozione, non trovo metafore per rappresentare un campione ed un uomo come lui, ancora non mi capacito della sua freschezza, della sua disponibilità assoluta, della sua classe, del suo entusiasmo e soprattutto non mi capacito che ci sia stato ad ascoltare quando lo pregavamo di darci dentro, di non arrendersi, che c’erano persone del nostro club giunte dalle lontane Sicilia e Calabria.
Quando gli ho posto la sua scheda personale con tanto di foto a colori e didascalie del nostro club per fargli apporre la dedica con autografo è rimasto piacevolmente sorpreso dall’ottima fattura del lavoro del nostro buon SAX.
Le sue risposte naturali, genuine, pure, pronunciate con quella passione e grinta che trasudavano dalla sua tuta mi hanno reso felice, orgoglioso ed eccitato di essere italiano, alfista e di appartenere alla nostra comunità di club!!!!
Le sue rassicurazioni, quasi a volerci spronare, che ci avrebbe messo l’anima , hanno dato prova dello spessore dell’uomo/pilota TARQUINI che anche in competizioni automobilistiche più celebrate e osannate sono stra sicuro non sfigurerebbe, sia per le sue doti di Pilota (si, con la “p” maiuscola signori) che per la sua caratura di uomo “normale” ma assolutamente speciale.
Cinghio, grazie di esistere, grazie di essere “UNO DI NOI!!!!!”

CHICO


.... "Vi farò divertire": queste sono state le parole dette da Tarquini mentre firmava autografi a noi poveri appassionati di Alfa. A domanda: "Cinghio, non ti farai mica fregare!", ha risposto testuali parole: "Ragazzi, parto ultimo, ma non mollo. Vi farò divertire".
Tutti sanno come sono andate le prove del sabato. Su cinque macchine, tre erano da buttare. Fisichella sbatte durante il giro di lancio a gomme fredde. Tarquini esce nel giro buono e disturba la qualifica di Larini. Jorg e Dirk Muller in prima fila, poi Colciago e Thompson. Per vedere i due playmaker dell’Autodelta bisogna arrivare alla fine dello schieramento. Con due macchine messe a nuovo nella notte.
Ora: se "divertirsi" vuol dire ridere, scherzare e fare battute con gli amici, io non mi sono divertito.

.... se l’Alfa ha portato a casa il titolo è gran parte merito loro e di tutti quelli che non abbiamo potuto conoscere di persona, che hanno lavorato la notte per riparare le auto.
Desidero quindi ringraziare i meccanici, gli ingegneri che hanno creato un mostro imbattibile, Mauro e Monica Sipsz che hanno fatto un vero miracolo, Larini che si è dimostrato ancora di più indispensabile al team, Tarquini che non si è mai arreso, a Colciago che ha dimostrato gran piede e gran classe, a Thompson che è un gran pilota, a tutti quelli che hanno corso con le vetture del Biscione, a tutti quelli che hanno visto la gara con me, e non mi hanno dato in pasto alla neuro. Anche perché erano fuori come balconi allo stesso modo!!!


ALFIO

 

Sezione Storica

Modelli Alfa

 Autobus/Filobus

Interviste
Sport
Modellismo
MiniGuide
Tuning
Mercatino
Stampa/Libri
Forum