Chi siamo

Soci Onorari
Convenzioni
Gadget
Iscrizione al club
Contatti
Raduni
MiniRaduni
Gallery
Links


Utenti on-line

3034

Utenti iscritti al web

6447

Accessi di oggi

2780

Username:

Password:

Registrati

Mercato europeo
Diesel ancora in calo: -17,8% nel primo trimestre




In Europa, le vendite di veicoli diesel sono in continuo calo. Secondo gli ultimi dati dell'Acea sulle immatricolazioni per tipologia di alimentazione nell'area Ue+Efta, elaborati da Quattroruote, le immatricolazioni di veicoli a gasolio sono scese nei primi tre mesi dell'anno del 17,8%, una percentuale non lontana dal -18,4% registrato nell'intero 2018.

Diesel al 32%. Stando all'associazione europea delle case automobilistiche, il peso dei diesel sul totale dell'immatricolato europeo ulteriormente diminuito, fino ad avvicinarsi ai livelli raggiunti prima del debutto del common rail, la tecnologia industrializzata dalla Bosch su un brevetto dell'allora Fiat che ha dato la spinta decisiva all'affermazione dei motori a gasolio. Fino a pochi anni fa, in particolare prima del dieselgate, il mercato europeo era equamente distribuito tra le due principali alimentazioni disponibili: ora la situazione si ribaltata, con i diesel calati da 37,41% del primo trimestre del 2018 al 31,74%. Alla minor rappresentativit dei veicoli a gasolio fa da contraltare la continua ascesa di quelli a benzina: le registrazioni trimestrali sono aumentate del 3,1%, ma con l'andamento negativo del diesel il peso dei motori a ciclo Otto passato dal 54,99% di un anno fa al 58,57%.

Ibride in gran spolvero. Nel frattempo, le alimentazioni alternative (elettriche, ibride, Gpl e metano) continuano a lanciare segnali di crescita a doppia cifra, anche se i valori assoluti rimangono lontani dalle motorizzazioni tradizionali. Nel primo trimestre, la domanda risultata in crescita del 27%, con un aumento dell'87,5% per le auto a emissioni zero e del 32,9% per le ibride pure, mentre per le ibride plug-in si registrato un calo del 4,5%. In flessione del 7,5% anche il Gpl e il metano. Per quanto in crescita, la rappresentativit delle alimentazioni alternative comunque ancora bassa: nel primo trimestre, infatti, solo il 9% della domanda ha interessato veicoli di questa tipologia (era il 6,9% nello stesso periodo del 2018). Le elettriche sono passate dall'1,04% al 2%, ma la quota ancora molto lontana dall'essere consistente.


Fonte: quattroruote.it

Sezione Storica

Modelli Alfa

 Autobus/Filobus

Interviste
Sport
Modellismo
MiniGuide
Tuning
Mercatino
Stampa/Libri
Forum