Disposizione meccanica Transaxle-De Dion-Watt

Il Transaxle
Retrotreno De Dion-Watt
Sospensioni Anteriori
Trasmissione
Sterzo
La gamma Alfetta
La gamma Alfa 90
La gamma Alfa 75
La gamma SZ-RZ


Il Transaxle





La disposizione meccanica Transaxle accompagnerà la produzione dei modelli della casa del Biscione dall'Alfetta alla RZ,quindi un'arco di tempo che va dal 1972 al 1996 e ripreso sulla 8c Competizione.
Questa impostazione meccanica,dunque, prevede il motore posto nella parte anteriore del veicolo ed il gruppo frizione-cambio-differenziale al retrotreno,offrendo così una perfetta distribuzione dei pesi.




Torna all'indice

Il retrotreno "De Dion"



Il ponte De Dion è uno dei punti di forza dell'architettura meccanica delle Alfa Romeo,già apparso sulla 159 monoposto detta "Alfetta" e nella sua forma quasi definitiva sulla 6c 2300 CM del 1952,ripreso poi sulla 2000 sportiva di Bertone del 1954 ed essere proposto su vetture di serie dal 1972 sull'Alfetta.


1:Assale-2:Barra trasversale-3:Barra stabilizzatrice-4:Tampone-5:molla-6:Ammortizzatore



E' composto da una struttura tubolare di forma pressocchè triangolare,fissata a un vertice del triangolo alla scocca mediante un angolo che collega le due ruote,situate sugli altri due vertici.
Il ponte posteriore De Dion a triagolo monolotico,consente il montaggio solidale con la scocca del gruppo cambio-differenziale,cosa che consente una riduzione delle masse non sospese ed inoltre una migliore aderenza al terreno delle ruote posteriori motrici.
I freni,a disco, sono "inboard",cioè montati ai lati del differenziale e collegati alle ruote mediante semiassi oscillanti.
C'è una barra antirollio ed il sistema elastico è composto da molle elicoidali e ammortizzatori telescopici non coassiali.


Il parallelogramma di Watt


Questa struttura tubolare è poi ancorata trasversalmente mediante un parallelogramma di Watt che controlla gli scuotimenti,ovvero guida le oscillazioni del ponte De Dion sul piano verticale,così le ruote sono sempre perpendicolari al terreno in qualunque condizione.



Torna all'indice

Sospensioni Anteriori



1:Barra stabilizzatrice-2:Asta di regolazione dell'angolo di incidenza-3:Attacco anteriore della barra di torsione sul triangolo inferiore-4:Attacco del triangolo superiore alla scocca-5:Attacco posteriore della barra di torsione sul triangolo inferiore-6:Elemento elastico a barra di torsione-7:Traversa di assorbimento a doppio T delle sollecitazioni trasmesse dalle barre di torsione


Le sospensioni anteriori sono a ruote indipendenti,bracci trasversali oscillanti,dove l'elemento elastico è costituito da barre di torsione longitudinali.Completano la sospensione,una barra antirollio e un puntone di reazione superiore obbliquo e ammortizzaotri telescopici.


Torna all'indice

Trasmissione




Come detto,il cambio a 5 rapporti pi√Ļ retromarcia √® al retrotreno in blocco con il differenziale.Il moto arriva al cambio a mezzo di un albero di trasmissione diviso in due tronconi.
Sui semiassi sono presenti 2 giunti omcinetici per lato.La frizione è idraulica posizionata al retrotreno.
La manovrabilità del cambio è stata sempre oggetto di critica da parte delle riviste del settore.


Torna all'indice

Sterzo




A cremagliera e pinatone snonadato per limitare i danni in caso d'urto.Inoltre è regolabile in altezza.

Torna all'indice

info@alfasport.net | Privacy | copyright club alfa sport 2019 |