Chi siamo

Soci Onorari
Convenzioni
Gadget
Iscrizione al club
Contatti
Raduni
MiniRaduni
Gallery
Links


Utenti on-line

5023

Utenti iscritti al web

6446

Accessi di oggi

4752

Username:

Password:

Registrati

PIERO STROPPA
stilista
Socio Onorario AlfaSport




Piero Stroppa al Salone Retromobile di Parigi. Alle sue spalle il figurino scala 1:10 dell’Alfa Romeo 33 Stradale



Piero Stroppa, nato a Roma, autodidatta, inizia a lavorare a 19 anni presso la carrozzeria Bertone nel 1965, diventando all'epoca l'unico collaboratore di Giugiaro e in seguito di Gandini.
Nel 1970 passa alla carrozzeria Pininfarina, dove collabora con l'ingegner Fioravanti, Ramaciotti, Ottina, Martin mantenendo tuttora ottimi rapporti d'amicizia.
Il 1974 è l'anno di un importante esperienza per Stroppa: viene chiamato a lavorare direttamente dalla Renault di Parigi, dove intraprende una lunga carriera ricoprendo incarichi importanti alla Direzione del Design.
Viene inoltre nominato Chevalier des Arts et des Lettres dal Ministro della Cultura francese Lang.
Nel 2006 è in pensione ma continua a dilettarsi nel tempo libero a ridisegnare le classiche vetture italiane: Ferrari, Alfa, Maserati, Lamborghini, Lancia...
Attualmente collabora con la Ferrari di Maranello e con diversi club Alfa Romeo e Lancia partecipando all'entusiamo dei fan e riscoprendo la passione attraverso i suoi disegni.

Stroppa ricorda così la sua attività di stilista presso famosi carrozzieri:

"Ho sempre avuto un grande interesse per i mestieri concernenti la creazione delle carrozzerie di automobili, in particolare per il mio settore: Centro Stile e Realizzazione prototipi.
Sia Bertone che Pininfarina avevano due settori:
1. Centro Stile Esperienze o Centro Studi
2. Direzione Tecnica e Produzione.

Un’altra caratteristica dell’attività degli stilisti era che si lavorava a getto continuo, sia sui prodotti conosciuti dal pubblico come i modelli per i Saloni o realizzati in serie dai carrozzieri e dai costruttori, oppure sulla ricerca di nuovi modelli per vari costruttori: Fiat, Alfa, Lancia, Peugeot, BMC, Simca. Era forse la parte più importante della nostra attività e la più confidenziale perchè si lavorava per conto o in concorrenza con i diversi Centri Stile.
Inoltre, si disegnavano anche scooter, camion, autobus, battelli, treni, accessori per auto, frigo, televisori, ecc.
Tutte queste attività riguardavano più le fasi creative dei prodotti e meno il loro sviluppo industriale.

Per quanto riguarda la mia attività in Alfa Romeo ricordo di aver partecipato a numerosi progetti, tra i quali 1750 Berlina e GT, la Montreal, un prototipo Duetto.
Essendo particolarmente portato per lo stile interno sono intervenuto sovente su numerosi modelli, a volte direttamente sui prototipi stessi, senza disegnare.

E’ inutile precisare che la realizzazione di un nuovo modello resta sempre un lavoro di gruppo, anche se ci può essere un ‘leader’ , esempio Giugiaro, Gandini.
A questo proposito non si deve dimenticare l’apporto manuale degli specialisti, quali :
- disegnatori piano di forma
- modellatori-falegnami
- battilastra (magnin)
- profilisti
- meccanico-elettricista
- sellaio
- stagnino
- verniciatore
Nonchè il fondamentale ruolo del Capo delle Esperienze (realizzazione dei prototipi).

I differenti mestieri erano distinti, tra l’altro, dai diversi colori delle bluse o camici di chi li indossava:
- bianco, disegnatori;
- marrone, modellatori;
- blu, battilastra, profilisti, meccanici, stagnini;
- nera (giacca) per i capi settore."





Alcune illustrazioni di Piero Stroppa









Piero Stroppa è stato protagonista di alcuni articoli di riviste specializzate, in particolare:

World in Red - annuario 2004
Ferrarissima - 18 giugno 2005
Ruoteclassiche - aprile 2006

L'articolo di Ruoteclassiche (a cui si riferiscono le immagini qui di seguito) è in realtà il racconto di come nacque la Lamborghini Miura, in tempi in cui il proprietario della Casa si incontrava ai Saloni dell'Automobile direttamente con i carrozzieri per proporre di vestire un telaio. Successe così che nel 1965 Ferruccio Lamborghini chiese a Nuccio Bertone di disegnare una carrozzeria sullo chassis "P400" con motore V12 centrale trasversale.
Stroppa, all'epoca appena entrato nel team diretto da Gandini, ricorda con emozione gli eventi che portarono alla nascita di una delle più belle Granturismo italiane, l'articolo riporta diversi suoi disegni della Miura e una simpatica autocaricatura per dare l'idea delle dimensioni del piano di forma rispetto ai personaggi.











Calendario AlfaSport 2008 - Disegni di Stroppa







I calendari in alta definizione potranno essere richiesti, dai SOCI TESSERATI del Club, all'indirizzo di posta elettronica direttivo@alfasport.net, indicando il proprio nome, cognome e n° di tessera.
I calendari saranno poi inviati via e-mail ai soci che ne hanno fatto richiesta



Torna alla pagina dei Soci Onorari



Copyright © 2007-2008 by Piero Stroppa & Club Alfa Sport



Sezione Storica

Modelli Alfa

 Autobus/Filobus

Interviste
Sport
Modellismo
MiniGuide
Tuning
Mercatino
Stampa/Libri
Forum