Chi siamo

Soci Onorari
Convenzioni
Gadget
Iscrizione al club
Contatti
Raduni
MiniRaduni
Gallery
Links


Utenti on-line

6147

Utenti iscritti al web

6450

Accessi di oggi

5752

Username:

Password:

Registrati

I MATERIALI PLASTICI NELL’ESTETICA DEL VEICOLO



- Cos’è e dove trovo la vetroresina ?
- Come si prepara ? Come si usa ?
- Come riparare un componente aerodinamico con la vetroresina ?
- Cos'è lo stucco per carrozzieri ?
- Come si usa ?


- Cos’è e dove trovo la vetroresina ?

La vetroresina è un materiale plastico costituito da resine di poliestere riforzate con fibre di vetro
Le Caratteristiche della Vetro resina sono:
Resistenza meccanica, torsionale
Peso ridotto
Elevata inerzia chimica.
Resistenza agli agenti atmosferici.
Bassa conducibilità termica ed elettrica.
Durata
Atossicità

Queste caratteristiche fanno si che la vetroresina sia impiegata in molti campi quali: Sanitari, acquariofilia, nautica, motociclismo, automobilismo ecc.

I Kit Vetroresina si trovano comunemente in tutte le ferramenta ben fornite e sono composti da:
Un tessuto a tela intrecciata di feltro o filato di vetro
Un barattolo di Resina di poliestere pura
Un tubetto di liquido catalizzatore o accelerante che serve come dice la parola stessa ad accelerare il processo di indurimento della resina
Un pennello per la stesura del prodotto



Torna all'indice


- Come si prepara ? Come si usa ?

Comincio col dire che le idee devono essere ben chiare, la vetroresina è molto versatile e facilmente lavorabile ma a essiccazione e polimerizzazione avvenuta diventa dura e resistente tuttavia può essere tagliata,levigata, forata senza che perdi minimamente la sua robustezza



Ritagliate del tessuto di fibra di vetro sovrapponendolo alla zona da trattare per verificare le dimensioni.

Miscelate i reagenti (Resina e catalizzatore) in dosi indicate nelle istruzioni del kit (solitamente il 2% di catalizzatore). Un dosaggio errato comporterà un essiccazione troppo rapida o lentissima, anche di settimane, la resina non miscelata può rimanere anche mesi senza che si asciughi.
Una volta miscelati avete i minuti contati, nel senso che più passa il tempo è più il materiale resisterà ai vostri modellamenti.

Sarà opportuno carteggiare bene fin dove vorrete stendere la resina.

Stesura:
Spennellare di resina la superficie carteggiata per un ampiezza poco superiore a quella del tessuto ritagliato.
Stendere il tessuto e fare in modo che questo venga imbevuto dalla resina miscelata dopo di che spennellate nuovamente sul tessuto stesso.
Ora non vi resta che attendere, il fenomeno durerà alcune ore (sempre se avete fatto un dosaggio corretto).
Dopodiché la vetroresina sarà pronta per essere carteggiata e verniciata.
La superficie solitamente rimane imperfetta, in quel caso sarà necessario stuccarla con dello stucco per carrozzieri.

Torna all'indice


- Come riparare un componente aerodinamico con la vetroresina ?

Nel caso ad ex. di un paraurti in vetroresina danneggiato…
E’ sufficiente acquistare (ad una cifra molto contenuta) un kit per la vetroresina, formato da:
- Vetroresina;
- Resina;
- Catalizzatore (induritore);
- Pennello.
Una volta smontato il paraurti, si lavora dalla parte interna dello stesso: si dà una grattata con la carta vetrata per carrozzeria fine (viene venduta al metro) laddove dove si è spaccato, si prepara la resina (versandola ad esempio in un piatto di plastica e mescolandola con il suo catalizzatore) quindi la si versa sulla parte rotta spargendola con cura mediante il pennello; a questo punto si sovrappone una striscia di vetroresina (resina + 2% circa di induritore) facendola impregnare bene (diventa tipo una pasta, con densità simile al miele). Se necessario si possono sovrapporre più strati di vetroresina.
TUTTI I LAVORI VANNO FATTI DALLA PARTE INTERNA, MI RACCOMANDO !
Una volta asciugata (tempo alcune ore), si può procedere riparando la parte esterna del paraurti: si può farlo da sé (cioè grattando, stuccando e lisciando con carta vetrata ed acqua) oppure portandolo in carrozzeria; ovviamente alla fine occorrerà riverniciare il componente.

Torna all'indice


- Cos'è lo stucco per carrozzieri ?

Lo stucco per carrozzieri non è altro che un materiale plastico polistirenico bicomponente; può essere acquistato in qualsiasi ferramenta attrezzata.

I kit solitamente sono composti da:
- un barattolo di stucco polistirenico;
- un tubetto di liquido catalizzatore o accelerante che serve (come dice la parola stessa) ad accelerare il processo di indurimento della resina.


In questo caso sarà necessario comprare dal ferramenta due spatole metalliche per la stesura dello stucco.


Torna all'indice


- Come si usa ?

Lo stucco per carrozzieri è un materiale molto versatile e facilmente lavorabile ma a essiccazione avvenuta diventa duro e resistente tuttavia può essere tagliato,levigato, forato senza che perdi minimamente la sua robustezza.

- Rendere la superficie ruvida, aciutta e pulita.
- Prelevare la quantità di stucco occorrente per l'uso.
- Aggiungere l'induritore regolando la quantità secondo il tempo di indurimento desiderato.

Estate 1%
Primavera - Autunno 2%
Inverno 3%


Il fenomeno di indurimento durerà alcun minuti (sempre se avete fatto un dosaggio corretto).
Dopodiché la parte sarà pronta per essere carteggiata e verniciata.
Solitamente è necessario stuccare più volte.

Torna all'indice

Sezione Storica

Modelli Alfa

 Autobus/Filobus

Interviste
Sport
Modellismo
MiniGuide
Tuning
Mercatino
Stampa/Libri
Forum