Chi siamo

Soci Onorari
Convenzioni
Gadget
Iscrizione al club
Contatti
Raduni
MiniRaduni
Gallery
Links


Utenti on-line

29100

Utenti iscritti al web

6289

Accessi di oggi

23572

Username:

Password:

Registrati





28 Maggio 2017-Museo Alfa Romeo Arese



Evento
Programma del Giorno
Modalità di pagamento partecipazione
Ospiti D'Onore
Lista Partecipanti
Topic dedicato all'evento
News



L'Evento


Il Club Alfa Sport, con la partecipazione del Club Alfa Romeo Bolzano,presenta il 20° Anniversario dell'Alfa Romeo 156. Un modello che, quano venne presentato nel 1997, suscitò subito scalpore ed ammirazione in chi la osservava. Frutto del lavoro certosino del Centro Stile Alfa Romeo capitanato da Walter De Silva, la 156 ebbe sin da subito un grande successo nelle vendite e cosa molto importante, da vera Alfa con DNA sportivo, il successo arrivò anche in pista. Suoi, sono infatti, i 4 Campionati Europei ETCC conquistati nella prima metà degli anni 2000, sbaragliando l'agguerrita concorrenza e confermandosi come un'arma micidiale nelle mani di chi la pilotava. E' quindi doveroso da parte nostra, celebrare questo Anniversario affinchè le nuove generazioni, abbiano ben presente non solo la storia passata dal Marchio, ma anche quella più recente e vicina a noi.



La nascita

Per qualche appassionato del marchio, nei primi anni novanta l'Alfa 155 aveva in qualche modo minato la reputazione della casa del biscione per quel che doveva essere l'aspetto dinamico di una vettura di Arese. La 155 veniva rimproverata, in particolare, di aver completamente abbandonato la trazione posteriore, e per abbracciare una condivisione di parti meccaniche derivate dal gruppo Fiat.Il Gruppo Fiat cercò allora di realizzare una sostituta della 155 che potesse ritrovare quelle caratteristiche dinamiche che gli alfisti chiedevano. Niente ritorno della trazione posteriore, comunque, ma certo una vettura che potesse diversificarsi e non poco dalle altre auto medie del gruppo. Si decise di partire dal pianale Tipo II, ma di modificare molte parti in modo da ottenere una massa inferiore (struttura plancia in magnesio) e un comportamento dinamico superiore con sospensioni indipendenti posteriori. Si arrivò, quindi, a definire il pianale Tipo II rev 3 da condividere con la più piccola 147, la GT e, con sospensioni differenti sia anteriori che posteriori, anche con la Lancia Lybra, che rimarrà nel tempo un'esclusiva Alfa Romeo. Una piattaforma dotata di sospensioni inedite a quattro ruote indipendenti, del tipo a quadrilatero alto all'anteriore e "MacPherson evoluto" al posteriore. Lo schema a quadrilatero alto riproduce il classico schema a quadrilatero, ma è adatto ad essere ospitato in telai originariamente concepiti per ospitare motori a disposizione trasversale ed il solo MacPherson all'anteriore a causa dei minori ingombri trasversali. Questo fu il compromesso trovato dal gruppo Fiat, nella speranza di poter tornare a soddisfare quelle che erano le richieste di un mercato molto esigente quale quello che sempre si era rivolto alle vetture Alfa Romeo.
Fu sotto queste linee guida che al Salone di Francoforte del 1997 venne presentata la nuova berlina di segmento D di Arese, la quale ottenne subito un enorme numero di consensi sia da parte degli appassionati del marchio, sia da parte delle riviste specializzate. A riprova di questo, i numeri di vendita sopra ogni aspettativa (90 000 ordini solo nei primi 4 mesi di commercializzazione) e il titolo di Auto dell'anno 1998. Solo nel 2000 verrà poi lanciata la versione familiare della 156, denominata Sportwagon.
La Alfa Romeo 156 è stata utilizzata come gazzella dall'Arma dei Carabinieri, rimpiazzata ora dall'Alfa Romeo 159 sebbene qualche esemplare sia tutt'ora in servizio.






Programma




Ore 09,30 : Arrivo al Museo di Arese e registrazione
Ore 10,30 : Ingresso nella pista del Museo e foto
Ore 11,30 : Inizio visita guidata alMuseo
Ore 13,00 : Pranzo a buffet presso il Ristorante all'interno del Museo
Saranno qui esposte la 156 superturismo del Museo una 156 di un nostro socio

Il menù in questo LINK .
Il ristorante su richiesta garantisce menù personalizzati per celiaci e vegetariani, in tal caso siete pregati di comunicarlo nel modulo di adesione.

Ore 17,00 : I saluti di rito e un arrivederci al prossimo appuntamento con il ClubAlfaSport




Novità molto interessanti sono ancora in attesa di conferma





Modalità di pagamento partecipazione



Modalità A-Adulti All inclusiv 50 €
Modalità B-Adulti parziale senza pranzo 20 €

Bambini fino a 10 anni All inclusive 30 €
Bambini fino a 10 anni parziale senza pranzo 10 €

Il pagamento và effettuato tramite bonifico a :
ClubAlfaSport
IBAN – IT / 20 / Y / 07601 / 03200 / 000061703088
oppure Bollettino Postale sul:
c/c postale intestato al Club Alfa Sport n° 61703088

Causale per entrambi:Raduno 20ennale 156
Inviare il n° di C.R.O.del Bonifico segnato nello spazio del modulo di partecipazione oppure la scansione del Bollettino Postale rinominato con il vostro nick, spedire il tutto tramite mail a:valleaosta@alfasport.net

I pagamenti devono pervenire entro e non oltre 20 Maggio 2017


P.S. Sono ammessi all'evento solo partecipanti muniti di Alfa Romeo di qualsiasi anno e ovviamente in primis, tutta la gamma 156 in condizioni di orgine e per la quale, verrà appositiamente dedicata un'area espostiva



Oltre tale data non verrà più accettata nessuna adesione.
In caso si dia forfait dopo tale data non verrà restituita nessuna somma versata.
Chi è interessato potrà Tesserarsi al Club in loco.


Torna all'indice


News


Con piacere, vi informiamo che sarà presente all'evento il giovane Matteo Di Nardo , autore del libro Alfa 156, nata per vincere. Matteo è un grande appassionato del modello ed è membro del direttvo del AlfaClub Abruzzo.
Il costo del libro per questa occasione è di € 15,00. Attenzione la disponibilità è limitata a soli 50 pezzi.Chi fosse interessato può prenotarlo all'atto dell'iscrizione e pagherà in loco il libro.



Torna all'indice










Lista Partecipanti
(in aggiornamento)



Partecipante
Socio
Alfa Romeo
s.156
Regione
posizione
Adulti
Bambini
Mod
01
M.POLO
-256-
156 GTA
Berlina
Lazio
---
3
0
A
02
Capitan Harloock
-056-
156 GTA
SW
Lazio
CONFERMATO
1
0
A
03
Gianluca66
-346-
Gtv 2.0 TS
-
Lombardia
---
2
0
A
04
CoconGio
-812-
Mito Q.V.
-
Piemonte
---
2
0
A
05
Rosa Gta
-Moreli
-76/88-
147 GTA
-
Valle D'Aosta
---
2
0
A
06
Ninni
--
156 1.8 T.S.
Berlina
Veneto
---
2
0
A
07
Fazz
23
156 GTA
Berlina
Emilia Romagna
---
1
0
A
08
-Thegiordi
-788-
Giulietta Veloce 1750 TBI
-
Marche
---
1
0
A
09
Cesko
-29-
147 GTA
-
Veneto
---
1
0
A
10
Arese
-456-
Alfa Brera
-
Emilia Romagna
CONFERMATO
1
0
A
11
Enrico Appolonio
---
156 2.5 V6
Berlina
Plzen ( Rep. Ceca )
---
1
0
A
12
Giovanni Molla Katty
---
156 2.4 TD
SW
Plzen ( Rep. Ceca )
---
2
0
A



Totale partecipanti : 19
Alfa Romeo 156 partecipanti : 6
Alfa Romeo partecipanti : 6


Torna all'indice



Ospiti D'Onore
(in aggiornamento)



Zbigniew Maurer





A sinistra il socio emertito Alberto Boscolo (Fantomas) e a destra il Dott. Maurer

Con immenso piacere vi informiamo che sarà presente all'evento il Dot Zbigniew Maurer.Fin dalla sua infanzia vissuta negli anni '60 e '70 in Polonia, allora dietro la "cortina di ferro", appassionato delle belle automobili nel senso sia estetico che tecnico.
Approfondendo le sue conoscenze nel merito, diventava sempre più affascinato dalla creatività italiana, dall'arte di Carrozzeria e dal marchio che, in quel periodo, produceva senz'ombra di dubbio, le migliori automobili del mondo: Alfa Romeo .
Ha studiato l'architettura come l'indirizzo più vicino al design automobilistico, laureandosi a Toronto, dove era anche socio del Alfa Romeo Club of Canada.
Il suo primo contatto professionale con il mondo del design automobilistico è stato nel 1985 quando, ancora studente di University of Toronto, ha fatto lo stage presso I.DE.A Institute di Torino.
Li ha conosciuto le figure ormai mitiche come Rudolph Hruska, Ercole Spada e suo futuro capo Walter de Silva.
Dopo aver collaborato con vari studi di architettura, product e automotive design in Canada e Italia, nel 1993 ha raggiunto il suo sogno da sempre, è diventato il designer del Centro Stile Alfa Romeo.
In quel posto magico nascosto nell'angolo dello Stabilimento di Arese è rimasto fino alla sua triste chiusura...
Fra i numerosi progetti che ha sviluppato in quasi vent'anni di Centro Stile, ricorda in modo particolare il primo, l'Alfa 156, dove poteva finalmente esprimere tutta sua passione per il Marchio accumulatasi per anni e Diva, suo omaggio personale alla icona senza tempo dell'Alfa Romeo, la mitica 33 stradale.
Mentre in Alfa, è riuscito a coltivare altre due passioni: la storia del Marchio, essendo in costante contatto con il Museo Storico ed Archivio, e modellismo, lavorando in prima persona sui modelli in scala 1:10,1:4 e 1:1 delle future proposte e di sera, a casa, riproducendo in varie scale le Alfa del passato.
Ecco il suo sito web:
www.alfamodellini.com


Torna all'indice


Topic dedicato all'evento


Seguici su questo topic troverai tutte le discussioni e notizie dell'evento...


Torna all'indice




Sezione Storica

Modelli Alfa

 Autobus/Filobus

Interviste
Sport
Modellismo
MiniGuide
Tuning
Mercatino
Stampa/Libri
Forum