Chi siamo

Soci Onorari
Convenzioni
Gadget
Iscrizione al club
Contatti
Raduni
MiniRaduni
Gallery
Links


Utenti on-line

5121

Utenti iscritti al web

6448

Accessi di oggi

5121

Username:

Password:

Registrati

A RealAlfa premiate le Alfa Romeo restaurate con criterio conservativo

La 1ª edizione del “Concorso di conservazione e restauro” al Museo Alfa Romeo giudicherà le auto secondo i criteri di Maurizio Tabucchi, artefice della commissione tecnica RIAR, a cui l’evento è dedicato





I concorsi per auto d’epoca certamente non mancano, anzi sono piuttosto numerosi e premiano auto eleganti e di solito più belle di quando sono uscite dalla fabbrica una cinquantina o più anni prima. Auto esclusive che i proprietari restaurano fin nei minimi dettagli, magari anche quelli che non ne hanno bisogno, e che verniciano di rosso, anche se in origine erano azzurre o gialle, perché un’Alfa Romeo “è rossa”.

Per contrastare questa tendenza, più diffusa di quanto si creda, il concorso lanciato dal RIAR-Registro Italiano Alfa Romeo mette l’accento sulla conservazione e sulla correttezza del restauro, sia nei materiali sia nella metodologia, per premiare le auto meglio conservate e più correttamente restaurate.
D’altronde non poteva essere diversamente visto lo spirito e le linee guida che il compianto Maurizio Tabucchi, artefice e Presidente per lunghi anni della commissione tecnica RIAR, ha lasciato in eredità a chi continua il suo lavoro, quella commissione tecnica che avrà il compito di giudicare, coadiuvata da tecnici esterni di provata esperienza, le auto che domenica 2 giugno si schiereranno ad Arese presso il museo Alfa Romeo “La meccanica delle Emozioni”.

Sarà infatti il complesso del Museo Alfa, che per l’occasione esporrà anche automobili che di solito non sono visibili al pubblico, a ospitare il concorso che vedrà le auto delle nove categorie ammesse a questa prima edizione schierate lungo la pista adiacente al museo. Le vincitrici di ogni classe sfileranno e saranno premiate nella sala Giulia dai familiari di Maurizio Tabucchi oltre che dai dirigenti del Registro Italiano Alfa Romeo.

Nove le categorie previste a concorso: “6C da 1500 a 2500 cc”; “1900 Sprint”; “Giulietta Spider e le Giulia”; “Duetto osso di seppia”; “Alfetta GT”; “75”; “Spider e Coupé serie 916”, “8C Competizione e Spider”; “instant classic”, quest’ultima classe riservata alle Alfa prodotte in edizione limitata dal 2000 ai giorni nostri. Le auto in concorso saranno giudicate secondo criteri internazionali dalle apposite giurie presiedute dal Presidente della Commissione tecnica RIAR Lorenzo Marzullo.
Al concorso possono partecipare tutte le Alfa Romeo comprese nelle nove classi, indipendentemente dall’iscrizione al RIAR o altro club; sarà inoltre presente una “classe unica” che raggruppa le vetture per le quali il giudizio sarà espresso dal pubblico partecipante all’evento.

Sarà dunque un campionario di vetture che abbraccia 109 anni di produzione Alfa Romeo; il pubblico potrà accedere acquistando il biglietto del Museo Alfa Romeo di Arese, gratuito per minori fino a 12 anni.
Il regolamento del concorso e tutte le informazioni sulla logistica dell’evento sono consultabili sul sito www.registroalfaromeo.com


Fonte: automobilismodepoca.it

Sezione Storica

Modelli Alfa

 Autobus/Filobus

Interviste
Sport
Modellismo
MiniGuide
Tuning
Mercatino
Stampa/Libri
Forum