Chi siamo

Soci Onorari
Convenzioni
Gadget
Iscrizione al club
Contatti
Raduni
MiniRaduni
Gallery
Links


Utenti on-line

11785

Utenti iscritti al web

6366

Accessi di oggi

1948

Username:

Password:

Registrati

Alfa Garage, l’ultima tana del Biscione




Si chiama Alfa Garage l’ultima iniziativa di Roberto Cozzi, un uomo che con entusiasmo – sulle orme del padre Pietro, che nel 1955 fondò la “Fratelli Cozzi SpA” – si propone così di dare un segno di continuità all’attività di famiglia, da sempre incentrata sulla vendita e sull’assistenza delle vetture del Biscione.

In tempi in cui l’interesse per l’auto storica si dimostra in continua crescita, Roberto ha deciso di mettere in piedi un’officina specializzata nella manutenzione, nella riparazione e nel restauro dei modelli d’epoca della Casa milanese. Una struttura che si propone come un centro di eccellenza nel settore, ma anche come nuovo punto di riferimento per gli appassionati che si aggiunge al Museo Fratelli Cozzi, altro “luogo di culto” della famiglia.

Forte degli oltre sessant’anni di esperienza sulle vetture Alfa Romeo e della costante attenzione all’innovazione dei metodi e delle tecniche di riparazione, Alfa Garage si è già presentata in maniera diversa rispetto alla concorrenza: non solo, infatti, tutti gli interventi sulle Alfa d’epoca avranno una garanzia di tre anni, ma al cliente sarà anche consegnata una vettura sostitutiva.

Inaugurato alla fine di marzo nella storica sede di Legnano, nell’hinterland milanese, nell’occasione Alfa Garage ha presentato un esemplare unico di Alfa Romeo Spider “Duetto” 1.3 del 1975. La vettura, dopo essere stata accuratamente restaurata da Alfa Garage – che ha mantenuto la livrea originale -, è stata poi personalizzata con la collaborazione di Garage Italia, il nuovo atelier milanese capitanato da Lapo Elkann e specializzato in allestimenti esclusivi per auto, barche e aerei.

Una firma che si riconosce non solo dai loghi del Marchio meneghino che campeggiano sui poggiatesta, ma anche dalla scelta del tessuto con cui sono stati rivestiti i sedili e i pannelli delle portiere, il “pied-de-poule”. Gabriele Piatti, Customs Sales Department di Garage Italia, ha precisato che “si tratta di un tessuto molto particolare, di livello superiore a quello normalmente riservato al settore automotive, per di più molto più morbido e piacevole al tatto”. Una targhetta celebrativa di questa edizione unica, infine, trova posto sullo sportello del cassetto porta oggetti e nella parte posteriore della vettura.

Quest’Alfa Romeo Duetto non andrà in vendita. Non subito, almeno. Per chi fosse interessato, la Casa d’aste Bolaffi la proporrà nella vendita all’incanto del prossimo 23 maggio al Museo Alfa Romeo, nella storica sede di Arese.






Fonte: ruoteclassiche.it

Sezione Storica

Modelli Alfa

 Autobus/Filobus

Interviste
Sport
Modellismo
MiniGuide
Tuning
Mercatino
Stampa/Libri
Forum