Chi siamo

Soci Onorari
Convenzioni
Gadget
Iscrizione al club
Contatti
Raduni
MiniRaduni
Gallery
Links


Utenti on-line

13807

Utenti iscritti al web

6383

Accessi di oggi

10850

Username:

Password:

Registrati

Alfa Romeo 4C Coupé “Competizione” e Spider “Italia”: due grintose novità a Ginevra

Modelli dalla livrea caratterizzante in serie limitata




Alfa Romeo 4C Coupé “Competizione” e Spider “Italia” - Speciali livree e una dotazione che amplifica l'essenza sportiva delle due vetture biposto mosse sempre dal noto propulsore 1.750 Turbo da 240 cavalli

“Competizione” e “Italia” sono le denominazioni associate alle nuove serie speciali e in edizione limitata, soli 108 esemplari, delle note Alfa Romeo 4C Coupé e Spider introdotte al Salone di Ginevra 2018, in programma tra i giorni 8 e 18 marzo.

A distinguere le due esclusive sportive, che conservano il tipico DNA delle conosciute biposto del Biscione, sono elementi, componentistica e vernici che ne amplificano carattere e forza estetica. La casa segnala che la 4C Coupé “Competizione” è distinguibile immediatamente per la particolare vernice Grigio Vesuvio Opaco, legata a una peculiare caratterizzazione, che può essere confermata o meno da chi è interessato, composta da una sezione centrale delimitata da sottili linee rosse e una sezione tricolore che incorniciano al centro il noto Biscione della casa lombarda.

Il frontale presenta prese d’aria in tinta e sui lati sono visibili cerchi anteriori da 18 pollici a cinque fori, mentre i posteriori arricchiti da uno specifico trattamento scuro, sono da 19 pollici. Si intravedono poi le pinze rosse di un potente impianto frenante. Ad accentuare le sonorità del propulsore Turbo in alluminio da 1.750 cc, che può sviluppare 240 cavalli di potenza massima legato a una trasmissione automatica TCT sei rapporti, provvede un impianto di scarico Akrapovič in titanio centralizzato, caratterizzato anche da una cornice esterna in carbonio e una funzionalità dual mode.

Il carbonio resta un elemento nevralgico di questo progetto, sia per la realizzazione del tipico monoscocca, ma anche per altri elementi come le mascherine dei gruppi ottici, le calotte laterali degli specchietti, la presa d’aria sempre su un fianco, lo spoiler retrostante e il tetto. Fattori che assieme all’impiego di altri materiali leggeri, contribuiscono a contenerne il peso complessivo (rapporto peso/potenza inferiore a 4kg/CV) e a favorirne le vivaci prestazioni: 258 km/h di velocità massima, leggermente inferiore per il modello Spider che si attesta a 257 km/h; uno scatto coperto in 4,5 secondi; decelerazione massima in frenata da 1,25 g e un’accelerazione laterale pari a 1,1 g.

L’abitacolo della “Competizione” dalla tipica caratterizzazione sportiva, poi, presenta un volante e sedili rivestiti in pelle e microfibra con cuciture rosse, un dettaglio in alluminio che presenta una grafica abbinata alla “Competizione” e una targhetta numerata sul tunnel centrale.



Tenendo presente quando già citato dal punto di vista meccanico, la 4C Spider “Italia” è distinguibile sempre da una targhetta numerata e uno specifico inserto in alluminio sulla plancia, oltre a un impianto Hi-Fi premium Alpine con subwoofer e cuciture gialle localizzate su più punti dell’abitacolo. All’esterno, invece, spiccano subito la distintiva tinta Blu Misano e un dettaglio tricolore “Spider Italia”. Tra gli aspetti interessanti anche i due terminali in titanio centrali firmati Akrapovič, distinguibili sempre da una cornice in carbonio e con funzione dual mode, ma anche le pinze frenanti tinteggiate di giallo che si intravedono attraverso i cerchi anteriori a cinque fori da 18 pollici e quelli da 19 pollici collocati nella zona retrostante.


Fonte: motorionline.com

Sezione Storica

Modelli Alfa

 Autobus/Filobus

Interviste
Sport
Modellismo
MiniGuide
Tuning
Mercatino
Stampa/Libri
Forum