Chi siamo

Soci Onorari
Convenzioni
Gadget
Iscrizione al club
Contatti
Raduni
MiniRaduni
Gallery
Links


Utenti on-line

2602

Utenti iscritti al web

6326

Accessi di oggi

1696

Username:

Password:

Registrati

Mercato italiano
Nuova accelerazione per le immatricolazioni




Dopo la frenata di luglio, torna ad accelerare la crescita del mercato dellauto italiano. Secondo i dati diffusi dal ministero dei Trasporti, ad agosto le immatricolazioni sono cresciute del 15,77%, per un totale di 83.363 unit. Il cumulato dei primi otto mesi del 2017 mostra un aumento del 9,08% (1.366.389 esemplari) e rafforza cos le previsioni per una chiusura danno a quota 2 milioni di vetture registrate.

FCA in linea con mercato. Il gruppo FCA ha registrato un incremento del 15,46%, pari a 24.113 unit, con una quota di mercato del 28,93%. Positivo landamento di tutti i singoli brand del gruppo italo-statunitense, con Fiat, in crescita del 12,74%, Lancia del 14,37% e Jeep del 22,78%. Stabile Maserati, mentre prosegue il boom di Alfa Romeo con un +35,57%. Ferrari, invece, subisce un crollo del 48,39%.

Bene le francesi. Tra le altre marche, spicca landamento positivo soprattutto di quelle francesi. La Citron ha infatti messo a segno una crescita del 31,7% e la sua sorella Peugeot del 19,26%, mentre la Renault ha visto un aumento del 41,54%. La miglior performance in assoluto per della giapponese Nissan, con un +48,96%. Tra le tedesche, andamento positivo per Audi (+37,8%) e Mercedes (+19,18%), mentre BMW e Volkswagen sono sotto la media del mercato, con un aumento rispettivamente del 4,44% e del 10,84%. Oltre alla Nissan, anche la Toyota ha messo a segno una crescita importante: +34,02%. Aumento pi contenuto per la Ford, che guadagna il 7,36%.

Noleggio e societ spingono ancora le vendite. Anche ad agosto si conferma la debolezza del canale dei privati, che ha perso quasi 9 punti percentuali, scendendo al 59% del mercato. Salgono invece di ben sei punti le societ (al 25%) e di quasi 3 il noleggio (al 16%).

Prosegue il boom di ibride ed elettriche. Exploit anche il mese scorso per le alimentazioni alternative. Se da un lato le immatricolazioni di auto a benzina e quelle diesel sono cresciute rispettivamente dell'11,7% e del 13,2%, le ibride e le elettriche hanno messo a segno un aumento rispettivamente dell'89,6% e del 102,1%. I volumi delle elettriche rimangono per ancora irrilevanti, con una media mensile, per il 2017, di appena 156 unit, secondo i dati dellAnfia.

Panda sempre leader. La Fiat Panda resta lauto pi venduta in Italia, con oltre 4.743 immatricolazioni. La top ten delle vendite vede la presenza di sette modelli del Gruppo FCA. Alle spalle della Panda si piazzano infatti Fiat Tipo (3.260) e Lancia Ypsilon (2.834). Il quarto posto della Renault Clio (2.330), mentre il quinto occupato dalla Fiat 500 L (2.287), il sesto dalla Citron C3 (2.169) e il settimo dalla Fiat 500 (1.968). In ottava posizione figura la Fiat Punto (1.855), in nona la Volkswagen Golf (1.832) e al decimo posto la Fiat 500X (1.705).

Ancora debole lusato. Agosto ha mostrato ancora una volta un mercato delle auto usate sotto tono. La Motorizzazione civile ha infatti registrato lo scorso mese 272.950 trasferimenti di propriet, con una crescita di solo lo 0,50%. Il consuntivo dei primi otto mesi dellanno risulta in calo del 2,22% a 3.041.611 trasferimenti.

Il commento dell'Unrae. Secondo l'Unrae, l'associazione delle Case estere, era dal 2009, anno degli ultimi incentivi quando si immatricolarono 85.000 unit, che non si registrava un mese di agosto cos tonico. Il mercato conferma che si stanno aprendo nuovi canali di vendita allinterno di quelli convenzionali e che lo stesso canale privati si sta alimentando probabilmente dal parco di autoimmatricolazioni disponibile nelle reti, commenta il presidente Michele Crisci. Il nostro Centro studi e statistiche ha infatti verificato che le vetture autoimmatricolate escono dal parco dei concessionari con unanzianit media ponderata di 4,5 mesi; considerato che negli ultimi quattro mesi le autoimmatricolazioni sono state circa 124.500, significa che esiste una giacenza che potrebbe anche influenzare il rallentamento delle immatricolazioni nuove del mese di settembre.


Fonte: quattroruote.it


Sezione Storica

Modelli Alfa

 Autobus/Filobus

Interviste
Sport
Modellismo
MiniGuide
Tuning
Mercatino
Stampa/Libri
Forum