Chi siamo

Soci Onorari
Convenzioni
Gadget
Iscrizione al club
Contatti
Raduni
MiniRaduni
Gallery
Links


Utenti on-line

13481

Utenti iscritti al web

6272

Accessi di oggi

7210

Username:

Password:

Registrati

Mercato europeo
Il 2017 parte bene: +10,1% a gennaio




Il mercato europeo apre il 2017 con numeri positivi, segnando nel mese di gennaio una crescita a doppia cifra: +10,1%. Nei Paesi dell'Unione pi quelli dell'Efta (Svizzera, Norvegia e Islanda) sono state vendute 1.203.958 vetture, mentre nello stesso periodo dell'anno precedente le nuove auto immatricolate si erano fermate a 1.093.878.

La mappa. La crescita abbastanza omogenea in tutti i Paesi, con i principali mercati in linea con il dato complessivo. Iniziando dall'Italia, che con un incremento del 10,1% e 171.556 nuove unit, esattamente allienata alla media europea. Bene anche Germania e Francia, che registrano rispettivamente un aumento del 10,5% (241.399 auto) e del 10,6% (153.046), mentre la Spagna arriva a toccare il 10,7% (84.515). Un po' pi modesto il mercato inglese, che segna una crescita del 2,9% (174,564 vetture). Gli altri mercati, seppure con velocit diverse, hanno aperto l'anno in positivo con l'unica eccezione di Svizzera, Irlanda e Slovacchia, che segnano una lieve flessione delle vendite.

FCA al top. Tra i risultati dei grandi gruppi spicca FCA, che segna l'incremento di vendite maggiore con il 15,2% (83.780 vetture), portando la quota di mercato dal 6,6% al 7%. A sostenere questa crescita soprattutto l'Alfa Romeo, che con 6.009 nuove auto porta il segno pi a quota 31,4%. Segue la Fiat, in crescita del 17,3% con 63.491 unit. Pi contenuta la crescita della Lancia, che con 5.843 esemplari registra un incremento di vendite del 2,5%. Quanto alla Jeep, l'anno si apre in negativo con 7.414 unit vendute e una flessione percentuale del 5,6%.

I Gruppi tedeschi. Tra i tedeschi fa meglio di tutti il Gruppo Daimler, con 72.956 nuove unit vendute, in crescita del 14,3% rispetto a gennaio dell'anno scorso. Un risultato che porta la Casa di Stoccarda a guadagnare il 6,1% della quota di mercato (era il 5,8 a gennaio 2016). La Mercedes segna una crescita del 15,6% (65.801 nuove auto), mentre la Smart si attesta sul 3,4% (7.164 nuove auto). Crescita a doppia cifra anche per il Gruppo BMW e il Gruppo Volkswagen, che segnano rispettivamente il 10,3% e il 10% di incremento rispetto allo scorso anno. Il marchio BMW con 6.753 nuove unit cresce del 10,6%, mentre il marchio Mini segna +8,9% con 12.171 nuove auto. Nel complesso il gruppo di Monaco porta la sua quota di mercato da 6% al 6,1%. Il Gruppo Volkswagen non varia invece la sua quota di mercato rispetto all'anno scorso, attestandosi sempre al 24,2%, ma con 290.847 nuove automobili vendute registra una crescita del 10%, confermandosi al vertice delle classifiche europee. Bene tutti i marchi: Volkswagen (140.273, + 10%), Audi (63.717, +3,1%), Skoda (52.399, +10,9%), Seat (28.739; +26,7%) e Porsche (5.300; +8,2%).

Le Case generaliste. Il 2017 sorride anche ai Gruppi generalisti che iniziano l'anno con risultati in crescita. Pi spinta quella del Gruppo Renault, che arriva al 10%, mantenendo stabile la sua quota di mercato al 9%. Vanno bene tutti i marchi del Gruppo, con Renault in crescita del 10% (74.041 vetture) e Dacia al 9,6% (33.750). Quanto al Gruppo PSA, retrocede di qualche decimo percentuale nella quota di mercato (dal 10,5% dell'anno scorso al 10,1%) e segna una crescita pi lenta della media del mercato: +6,5%. Pesa la flessione del brand DS, -32,9% (3.776 vetture) ma bilancia la Peugeot con 72.653 nuove immatricolazioni e una crescita del 10,3%. Pi contenuti ma comunque positivi i risultati del marchio Citron, che con 45.463 nuove vetture cresce del 6%. In Germania, invece, la Opel segna + 5,3%, passando dal 6,6% del mercato al 6,3%. La Ford, infine, resta stabile sul mercato con il 7% di quota e segna una crescita del 9,5% con 83.903 auto.

Land Rover in flessione, tiene Volvo. Tra le altre premium arranca un po' il Gruppo Jaguar Land Rover, che segna una flessione delle vendite del 2,8% rispetto a gennaio 2016, mentre retrocede di un punto percentuale la quota di mercato (dall'1,5% all'1,4%). Il segno meno dovuto alla contrazione delle vendite del marchio Land Rover, che con 10.932 vetture segna -16,6%, mentre positivo il risultato del brand Jaguar (5.522 unit, +44,7%). Volvo invece mantiene stabile la sua presenza sul mercato (1,8%) mentre cresce con le vendite del 12,3% rispetto all'anno scorso (22.106 vetture).

I Gruppi asiatici. Il Gruppo Toyota cresce dell'11,9% con 62.206 vetture, portando la propria quota di mercato dal 5,1% al 5,2%. Il marchio principale si attesta su una crescita del 12,9% con 58.500 automobili; la Lexus, con 3.706 auto segna invece -2,7%. La Nissan segna un leggero calo della quota di mercato, dal 3,8% al 3,6%, ma crescono le immatricolazioni del 4,1% rispetto al gennaio 2016. Va leggermente meglio alla Hyundai, che mantiene la sua posizione sul mercato (3,3%) e segna una crescita delle vendite del 9%. Buona la crescita della Kia (35.232, +20,2%) che porta la Casa a raggiungere il 2,9% del mercato nel Vecchio Continente. Ottimi invece i risultati della Suzuki, che guadagna quota (dall'1,3% all'1,5%) e cresce del 28% con le vendite (18.164 unit). In calo, in questa apertura d'anno, Honda (11.648, -8,1%) e Mazda (18.247, -9,1%), mentre segna una crescita modesta la Mitsubishi (9.245, +3,4%).


Fonte: quattroruote

Sezione Storica

Modelli Alfa

 Autobus/Filobus

Interviste
Sport
Modellismo
MiniGuide
Tuning
Mercatino
Stampa/Libri
Forum