Club AlfaSport Forum - News Alfa Romeo


Club AlfaSport Forum

Club AlfaSport Forum
[ Home | Registrati | Discussioni Attive | Discussioni Recenti | Segnalibro | Msg privati | Sondaggi Attivi | Utenti | Download | Cerca | FAQ ]
Nome Utente:
Password:
Salva Password
Password Dimenticata?

 Tutti i Forum
 L'Alfa Romeo e lo sport
 News sportive
 News Alfa Romeo
 Nuova Discussione  Rispondi
 Versione Stampabile Bookmark this Topic Aggiungi Segnalibro
I seguenti utenti stanno leggendo questo Forum Qui c'è:
Pagina Successiva
Autore  Discussione 
Pagina: di 2

Capitan Harloock





Regione: Lazio
Prov.: Roma
Città: Colleferro


4795 Messaggi

Inserito il - 30/11/2017 : 10:04:28  Mostra Profilo Invia a Capitan Harloock un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
F.1, torna l'Alfa Romeo: sarà partner della Sauber

Il Biscione fa il suo ritorno nel Circus grazie a un accordo pluriennale con il team svizzero che avrà il marchio come sponsor principale. Marchionne: "Un passo significativo di ristrutturazione del marchio Alfa, pronto a scrivere un nuovo capitolo della sua storia leggendaria"




Il nome Alfa Romeo torna in Formula 1: la Sauber ha annunciato una nuova partnership tecnica pluriennale con il marchio di proprietà Fiat che scatterà dalla prossima stagione. Il Biscione sarà anche lo sponsor principale della scuderia, il cui nome diventerà Alfa Romeo Sauber F1 Team. La partnership, che prevede una cooperazione strategica, commerciale e tecnologica tra Alfa Romeo e il Team Sauber F.1, consentirà lo scambio di conoscenze ingegneristiche e tecniche e offrirà nuove opportunità per le due organizzazioni all'interno della Formula 1 e oltre.

Marchionne — Il CEO della Fiat nonché presidente della Ferrari, Sergio Marchionne, che ha sempre spinto per il ritorno del Biscione in F.1, commenta così l'accordo: "È un passo significativo nella ristrutturazione del marchio Alfa Romeo, che tornerà in F.1 dopo un'assenza di oltre 30 anni: è un marchio storico che ha contribuito a fare la storia di questo sport, che si unirà ad altre case automobilistiche presenti in Formula 1 e che beneficerà anche della condivisione di tecnologia e know-how strategico con un partner di esperienza indiscussa come la Sauber. Gli ingegneri e i tecnici dell'Alfa Romeo, che hanno già dimostrato le loro capacità con Giulia e Stelvio, i modelli appena lanciati, avranno l'opportunità di mettere questa esperienza a disposizione del team Sauber e i tifosi dell'Alfa Romeo avranno l'opportunità di supportare una casa automobilistica determinata a scrivere un nuovo entusiasmante capitolo nella sua storia sportiva unica e leggendaria".

I piloti — L'operazione Alfa-Sauber apre la porta della monoposto elvetica al monegasco Charles Leclerc, neo campione F2, prodotto della Ferrari Drivers Academy e in azione nei test di Abu Dhabi con la suddetta scuderia. L'ufficializzazione del suo ingaggio potrebbe essere questione di giorni, se non di ore: al suo fianco resta sempre una chance per Antonio Giovinazzi che si gioca il sedile con lo svedese Marcus.

L'alfa in f.1 — L'Alfa Romeo torna dunque in F.1 dopo 32 anni, dalla sua ultima presenza, come scuderia, nel GP di Australia del 1985 con i piloti Riccardo Patrese ed Eddie Cheever. Nel palmarès dell'Alfa in Formula 1 ci sono i primi due mondiali piloti, nel 1950 e 1951, rispettivamente con Nino Farina e Manuel Fangio, più la partecipazione, fino al 1988, nelle vesti di costruttore e anche fornitore di motori. L'ultima vittoria di un motore del Biscione in F.1 risale al GP d'Italia del 1978 con la Brabham di Niki Lauda a Monza, mentre l'ultima pole di un'Alfa Romeo è del GP di Long Beach 1982 con il compianto Andrea De Cesaris.

Fonte: gazzetta.it


Un ripasso dell’epopea del Biscione in Formula 1

Capitan Harloock





Regione: Lazio
Prov.: Roma
Città: Colleferro


4795 Messaggi

Inserito il - 30/11/2017 : 10:14:31  Mostra Profilo Invia a Capitan Harloock un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
La notizia accolta con clamore, tanto attesa da tutti noi appassionati. Il tam tam sul web ha lasciato in un primo momento tutti a bocca aperta, la mente galoppava.. Poi letto bene il tutto un pò di amaro, almeno per me. La realtà è che Alfa Romeo, sarà un mainsponsor, almeno per ora.
Avrei preferito vederla su altri circus, ma meglo di niente.... Inteso che la notizia mi ha reso comunque orgoglioso. Potrà essere un trampolino di lancio per i nuovi piloti, magari Italiani, oppure la riapertura in futuro di un reparto corse.
Voi cosa ne pensate?



Torna all'inizio della Pagina

tatolopez
Utente


Regione: Lombardia
Prov.: Milano
Città: arluno


166 Messaggi

Inserito il - 30/11/2017 : 11:52:53  Mostra Profilo Invia a tatolopez un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
la vedo come la classica Marchionnata ....
Alfa Romeo con motori marchiati Ferrari!

---------------------------

gtv 3.2 v6 (2003)
Torna all'inizio della Pagina

max2566





Regione: Lazio
Prov.: Roma
Città: Albano Laziale


684 Messaggi

Inserito il - 30/11/2017 : 13:43:18  Mostra Profilo Invia a max2566 un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Per me è un passo importante, ovvio che non si poteva lanciare subito un motore già sviluppato per la F.1, tuttavia mi sembra di aver capito che nel team ci sono progettisti Alfa. Comunque ieri, quando hanno dato la notizia al TG delle 20, mi sono emozionato e anche parecchio...

SOCIO NR. 154 - ex 156 1.8 TS. Ora 159 Sportwagon 2.0 jtdm 170 cv
Torna all'inizio della Pagina

DaniloV6





Regione: Lombardia
Città: Milano


514 Messaggi

Inserito il - 30/11/2017 : 13:46:03  Mostra Profilo Invia a DaniloV6 un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Pura scelta di marketing. MA meglio di nulla. Fornirà alla Sauber motori Ferrari brandizzati Alfa Romeo, ne sarà sponsor principale e sono stati assunti alcuni tecnici Alfa.

A mio parere renderà come una Toro Rosso, poi chissà in futuro se arriverà ai livelli di Red Bull, Mercedes oppure Ferrari (e a quel punto sarà curioso vedere se le permetteranno di stare davanti a Ferrari...).

E' comunque motivo di orgoglio ed un reinizio...


---> Raduni&Miniraduni Lombardia <---
----------------------------------------------------------------
ALFA ROMEO GTV 3.0 V6 24V TRACK DAY PROJECT
----------------------------------------------------------------
Torna all'inizio della Pagina

simo166





Regione: Lombardia
Prov.: Sondrio
Città: Poggiridenti


2710 Messaggi

Inserito il - 30/11/2017 : 14:17:16  Mostra Profilo  Invia a simo166 un messaggio ICQ Invia a simo166 un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Io credo che sia un passaggio preliminare al ritorno de Alfa nel mondo delle corse, oggi esiste più un reparto corse Alfa Romeo pertanto credo che solo con questo percorso si potranno formare tecnici qualificati e auspicare a un reparto corse AR.


156 SPORTWAGON GTA (250cv), 75 TS 1989 (148cv),ALFETTA Q.ORO 1984 (130cv), SUBARU TRIBECA 3.6 AWD ex:159 SPORTWAGON 3.2JTS Q4 EXCLUSIVE (260cv), 156 SPORTWAGON 2.4 M-JET 20V TI (175cv),166 JTD DISTINTIVE (136cv),146 JTD PACK SPORT (105cv),155 TD (90cv),145 TD (90cv),33 1.3L (90cv)
Torna all'inizio della Pagina

gianluca66





Regione: Lombardia
Prov.: Milano
Città: Cesate


3848 Messaggi

Inserito il - 30/11/2017 : 14:55:47  Mostra Profilo Invia a gianluca66 un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Io invece avrei preferito un ritorno dalla base, magari ricominciando a partecipare direttamente al TCR, più vicino al genere di produzione Alfa Romeo, per poi ricreare e far crescere un reparto corse come si deve.
Così mi sembra proprio di etichettare qualcosa fatto da altri e di farlo per altri, non ne colgo fino in fondo il segno.
Si, forse è solo marketing.
Ma allora perché non pensare ad un "challenge 4C", meno oneroso ma non meno prestigioso ?







.....ma come si fa a non essere alfisti ?
Torna all'inizio della Pagina

tatolopez
Utente


Regione: Lombardia
Prov.: Milano
Città: arluno


166 Messaggi

Inserito il - 30/11/2017 : 15:28:58  Mostra Profilo Invia a tatolopez un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Citazione:
Messaggio inserito da gianluca66

Io invece avrei preferito un ritorno dalla base, magari ricominciando a partecipare direttamente al TCR, più vicino al genere di produzione Alfa Romeo, per poi ricreare e far crescere un reparto corse come si deve.
Così mi sembra proprio di etichettare qualcosa fatto da altri e di farlo per altri, non ne colgo fino in fondo il segno.
Si, forse è solo marketing.
Ma allora perché non pensare ad un "challenge 4C", meno oneroso ma non meno prestigioso ?









.....ma come si fa a non essere alfisti ?




ti quoto in pieno. :)
---------------------------

gtv 3.2 v6 (2003)

Modificato da - tatolopez in data 30/11/2017 15:29:29
Torna all'inizio della Pagina

max2566





Regione: Lazio
Prov.: Roma
Città: Albano Laziale


684 Messaggi

Inserito il - 30/11/2017 : 17:41:34  Mostra Profilo Invia a max2566 un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
A mio avviso se si vuole ricominciare a dare visibilità al marchio nel proprio alveo naturale la mossa è azzeccata. Un challenge 4C chi se lo filerebbe??? Allora meglio un TCR. Se ora potrebbe sembrare una attività di puro marketing, nel prossimo futuro lo sviluppo tecnico e lo scambio di know out con la Sauber potrebbe portare a soluzioni molto interessanti e, perchè no, anche piccole soddisfazioni nel Circus della F1. Peraltro la Sauber negli anni passati non ha fatto malissimo mi sembra...

SOCIO NR. 154 - ex 156 1.8 TS. Ora 159 Sportwagon 2.0 jtdm 170 cv
Torna all'inizio della Pagina

Arese06





Regione: Emilia Romagna
Città: Reggio Emilia


6194 Messaggi

Inserito il - 03/12/2017 : 23:53:42  Mostra Profilo Invia a Arese06 un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Mossa azzeccata che approvo.
Possiamo essere nostalgici quanto vogliamo, ma la realtà dei fatti è che se oggi vuoi visibilità devi stare in F1, tutto il resto non se lo fila nessuno e non ha spazi televisivi adeguati.
L'operazione è poi analoga a quanto fatto da Maserati con la MC12, vincitrice della 24 Ore di SPA, che altro non era che una Ferrari Enzo ricarrozzata e con il logo del Tridente sulle teste del V12. Questa iniziativa fruttò una gran visibilità mediatica a Maserati e contribuì a consolidare la rinascita del marchio.

Ricordiamoci che di Alfa Romeo oggi esiste solo lo spirito e un "modo" di costruire auto, non c'è un reparto corse, non c'è un'equipe di ingegneri motoristi ecc. Ma se anche esistessero credete che produrrebbero un motore diverso da quello Ferrari? La F1 attuale è talmente standardizzata che i motori sono fotocopie. Non siamo più ai bei tempi della ricerca e della sperimentazione, quella è (purtroppo) un'epoca preistorica.


GENERAZIONI
Bialberi Alfa Romeo
JTS PROUD OWNER

Modificato da - Arese06 in data 03/12/2017 23:55:13
Torna all'inizio della Pagina

DaniloV6





Regione: Lombardia
Città: Milano


514 Messaggi

Inserito il - 04/12/2017 : 15:09:20  Mostra Profilo Invia a DaniloV6 un Messaggio Privato  Rispondi Quotando


Un po' troppo bianco, ma mi piace


---> Raduni&Miniraduni Lombardia <---
----------------------------------------------------------------
ALFA ROMEO GTV 3.0 V6 24V TRACK DAY PROJECT
----------------------------------------------------------------
Torna all'inizio della Pagina

maurino





Regione: Lombardia
Prov.: Cremona
Città: Crema


1242 Messaggi

Inserito il - 04/12/2017 : 16:03:40  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di maurino Invia a maurino un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Da quanto detto nelle interviste e sulla carta stampata, non dovrebbe essere la livrea ufficiale, pare saranno fatte alcune modifiche di grafica. Comunque il condizionale è d'obbligo.


Ex: Alfa 147 1.6 120CV Ora: Alfa Nuova Giulietta 1.6 109CV Alfa Giulietta 1.750 TBI Q.V. 235CV
Torna all'inizio della Pagina

Arese06





Regione: Emilia Romagna
Città: Reggio Emilia


6194 Messaggi

Inserito il - 04/12/2017 : 23:54:46  Mostra Profilo Invia a Arese06 un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Per chi conosce bene la F1 quanto sta per leggere sarà cosa nota, per gli altri invece un veloce ripasso, perché le critiche che si leggono in rete sul rientro di Alfa in F1 sono assolutamente pretestuose.

La Mercedes è entrata in F1 nel 1993 come motorista (guarda che coincidenza) della Sauber, peccato che di Mercedes c'era ben poco perché il motore era stato commissionato a un'azienda esterna, l'inglese Illmor. In sostanza si trattò di un'operazione puramente commerciale, ossia la sponsorizzazione della Sauber con tanto di loghi (stella a tre punte) sulla carrozzeria; insomma un'iniziativa identica a quella attuale di Alfa Romeo.

La Illmor era stata fondata nel 1983 da uno svizzero e un inglese, Mario Illien e Paul Morgan e aveva (ed ha tutt'ora) sede a Brixworth in Inghilterra. Soltanto nel 2002 Mercedes ha acquistato la Illmor, ma ha mantenuto gli uffici di progettazione e lo stabilimento produttivo sempre in Inghilterra, tuttavia gli ha affibbiato il logo AMG, che con Illmor non centra nulla in quanto l'azienda tedesca ha sede e storia a Affalterbach - Stoccarda. Altra operazione commerciale.

Passiamo al capitolo telai, perché nemmeno questi sono tedeschi... l'attuale Mercedes AMG F1 altro non è che la vecchia Brawn GP, precedentemente Team Honda e ancora prima la famosa Jordan! In tutti questi passaggi di proprietà l'azienda ha sempre mantenuto, uffici di progettazione, galleria del vento e impianti produttivi a Brackley in Inghilterra.
Quindi ricapitolando: i motori li fanno a Brixworth, i telai a Brackley, tutto made in UK... e il made in Germany????? Certamente alcuni uomini in ruoli chiave, ma soprattutto i quattrini!

Alla luce di tutto questo, perché mai Alfa dovrebbe vergognarsi dell'accordo con Sauber?
Oltretutto i nostri motori sono ITALIANI, progettati e costruiti a Maranello. Anche dal punto di vista "storico" l'operazione è rispettosa di entrambi i marchi, Ferrari correva con motori Alfa... c'è stato un tempo in cui i due marchi erano una cosa sola.

Un ultimo aspetto.
Si dice che Alfa è screditata da questa iniziativa perché sarà sempre un team B rispetto a Ferrari, ma la storia recente della F1 deve far riflettere. Intanto non è così impossibile che un team realizzi un telaio sbagliato e butti alle ortiche un intero Campionato; quante volte è successo a Ferrari? Innumerevoli, purtroppo. In una condizione simile potrebbe essere il cosidetto team B a portare alta la bandiera se si rivelasse più competitivo, cosa possibile dal momento che i due telai sono progettati da due equipe differenti.

Ma è proprio Mercedes che anche questa volta può far lumi sulla vicenda. Nel 2009 Mercedes forniva i motori Illmor a McLaren come prima squadra e nello stesso anno Ross Brawn acquistava l'ex Team Honda che proveniva da un'esperienza disastrosa (9° posto in classifica) e si era pertanto ritirata dalla F1. Brawn aveva quindi un telaio ex-Honda, ma era alla disperata ricerca di un motore e trovò un accordo in extremis con Mercedes che gli rifilò le seconde unità scartate da McLaren. Sorpresa! La Brawn GP vinse i Campionati Piloti e Costruttori del 2009 e la Mercedes nel 2010 abbandonò McLaren, acquistando la Brawn GP.
Anche le seconde scelte possono rivelarsi più competitive delle prime


GENERAZIONI
Bialberi Alfa Romeo
JTS PROUD OWNER

Modificato da - Arese06 in data 05/12/2017 14:44:50
Torna all'inizio della Pagina

gianluca66





Regione: Lombardia
Prov.: Milano
Città: Cesate


3848 Messaggi

Inserito il - 05/12/2017 : 10:45:27  Mostra Profilo Invia a gianluca66 un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Io non credo che l'Alfa Romeo venga screditata da questa operazione, mi chiedo solo se fosse veramente la priorità.
Nel 1951, l'Alfa Romeo decise di abbandonare la produzione di vetture GP per dedicare le proprie energie alla produzione di vetture di serie.
Da questo scaturì l'immagine delle berline di tutti i giorni che vincevano le corse; un'immagine che è ancora ben impressa sia nell'alfista più duro e puro, quanto nel diciottenne che sceglie una MiTo piuttosto che una Mini Cooper.
Nel 1993 la Mercedes fa capolino per la prima volta nella F1, si ma con che gamma di prodotti da promuovere ?

Non capisco, ma probabilmente è un mio limite, il senso di far vedere il mio marchio per 70 giri di pista, una quindicina di volte l'anno, se poi apprendo che la Giulia Coupé verrà pronta non prima del 2019 ?
Certo se avessi già una gamma completa di berline, coupé, spider, SUV, ecc., ecc. da vendere domattina, sponsorizzerei anche le navicelle spaziali, ma così ?

E se per caso quella F1 si dovesse rivelare un fiasco totale, cosa sarà stato ? Peggio ? Meglio ?






.....ma come si fa a non essere alfisti ?
Torna all'inizio della Pagina

max2566





Regione: Lazio
Prov.: Roma
Città: Albano Laziale


684 Messaggi

Inserito il - 05/12/2017 : 13:05:19  Mostra Profilo Invia a max2566 un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Citazione:
Messaggio inserito da Arese06

Per chi conosce bene la F1 quanto sta per leggere sarà cosa nota, per gli altri invece un veloce ripasso, perché le critiche che si leggono in rete sul rientro di Alfa in F1 sono assolutamente pretestuose.

La Mercedes è entrata in F1 nel 1993 come motorista (guarda che coincidenza) della Sauber, peccato che di Mercedes c'era ben poco perché il motore era stato commissionato a un'azienda esterna, l'inglese Illmor. In sostanza si trattò di un'operazione puramente commerciale, ossia la sponsorizzazione della Sauber con tanto di loghi (stella a tre punte) sulla carrozzeria; insomma un'iniziativa identica a quella attuale di Alfa Romeo.

La Illmor era stata fondata nel 1983 da uno svizzero e un inglese, Mario Illien e Paul Morgan e aveva (ed ha tutt'ora) sede a Brixworth in Inghilterra. Soltanto nel 2002 Mercedes ha acquistato la Illmor, ma ha mantenuto gli uffici di progettazione e lo stabilimento produttivo sempre in Inghilterra, tuttavia gli ha affibbiato il logo AMG, che con Illmor non centra nulla in quanto l'azienda tedesca ha sede e storia a Affalterbach - Stoccarda. Altra operazione commerciale.

Passiamo al capitolo telai, perché nemmeno questi sono tedeschi... l'attuale Mercedes AMG F1 altro non è che la vecchia Brawn GP, precedentemente Team Honda e ancora prima la famosa Jordan! In tutti questi passaggi di proprietà l'azienda ha sempre mantenuto, uffici di progettazione, galleria del vento e impianti produttivi a Brackley in Inghilterra.
Quindi ricapitolando: i motori li fanno a Brixworth, i telai a Brackley, tutto made in UK... e il made in Germany????? Certamente alcuni uomini in ruoli chiave, ma soprattutto i quattrini!

Alla luce di tutto questo, perché mai Alfa dovrebbe vergognarsi dell'accordo con Sauber?
Oltretutto i nostri motori sono ITALIANI, progettati e costruiti a Maranello. Anche dal punto di vista "storico" l'operazione è rispettosa di entrambi i marchi, Ferrari correva con motori Alfa... c'è stato un tempo in cui i due marchi erano una cosa sola.

Un ultimo aspetto.
Si dice che Alfa è screditata da questa iniziativa perché sarà sempre un team B rispetto a Ferrari, ma la storia recente della F1 deve far riflettere. Intanto non è così impossibile che un team realizzi un telaio sbagliato e butti alle ortiche un intero Campionato; quante volte è successo a Ferrari? Innumerevoli, purtroppo. In una condizione simile potrebbe essere il cosidetto team B a portare alta la bandiera se si rivelasse più competitivo, cosa possibile dal momento che i due telai sono progettati da due equipe differenti.

Ma è proprio Mercedes che anche questa volta può far lumi sulla vicenda. Nel 2009 Mercedes forniva i motori Illmor a McLaren come prima squadra e nello stesso anno Ross Brawn acuistava l'ex Team Honda che proveniva da un'esperienza disastrosa (9° posto in classifica) e si era pertanto ritirata dalla F1. Brawn aveva quindi un telaio ex-Honda, ma era alla disperata ricerca di un motore e trovò un accordo in extremis con Mercedes che gli rifilò le seconde unità scartate da McLaren. Sorpresa! La Brawn GP vinse i Campionati Piloti e Costruttori del 2009 e la Mercedes nel 2010 abbandonò McLaren, acquistando la Brawn GP.
Anche le seconde scelte possono rivelarsi più competitive delle prime


GENERAZIONI
Bialberi Alfa Romeo
JTS PROUD OWNER




Straquoto

SOCIO NR. 154 - ex 156 1.8 TS. Ora 159 Sportwagon 2.0 jtdm 170 cv
Torna all'inizio della Pagina

Arese06





Regione: Emilia Romagna
Città: Reggio Emilia


6194 Messaggi

Inserito il - 05/12/2017 : 14:58:50  Mostra Profilo Invia a Arese06 un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Citazione:
Messaggio inserito da gianluca66

Io non credo che l'Alfa Romeo venga screditata da questa operazione, mi chiedo solo se fosse veramente la priorità.
Nel 1951, l'Alfa Romeo decise di abbandonare la produzione di vetture GP per dedicare le proprie energie alla produzione di vetture di serie.
Da questo scaturì l'immagine delle berline di tutti i giorni che vincevano le corse; un'immagine che è ancora ben impressa sia nell'alfista più duro e puro, quanto nel diciottenne che sceglie una MiTo piuttosto che una Mini Cooper.
Nel 1993 la Mercedes fa capolino per la prima volta nella F1, si ma con che gamma di prodotti da promuovere ?

Non capisco, ma probabilmente è un mio limite, il senso di far vedere il mio marchio per 70 giri di pista, una quindicina di volte l'anno, se poi apprendo che la Giulia Coupé verrà pronta non prima del 2019 ?
Certo se avessi già una gamma completa di berline, coupé, spider, SUV, ecc., ecc. da vendere domattina, sponsorizzerei anche le navicelle spaziali, ma così ?

E se per caso quella F1 si dovesse rivelare un fiasco totale, cosa sarà stato ? Peggio ? Meglio ?



Purtroppo gli altri campionati non hanno l'immagine e i passaggi televisivi che ha la F1. Puntare sul Superturismo o sul DTM non genererebbe quel ritorno di odience che garantisce la F1, senza contare che in America il DTM non se lo fila nessuno.

Prima di ampliare la gamma devi riuscire a vendere bene quello che hai già a listino e Giulia e Stelvio, pur essendo ottime vetture, fanno fatica a penetrare il mercato. La F1 è il trampolino ideale per rinverdire i fasti del marchio, senza considerare poi che un'Alfa che non corre è un'Alfa azzopata già in partenza.

Non credo che in Mercedes fossero fessi quando hanno iniziato e se hanno scelto di partire con un mero discorso di sponsorizzazione significa che il ritorno d'immagine era importante.

Infine non credo che l'operazione Alfa Sauber sarà un disastro, perché non monterà solo il motore, ma tutto il retrotreno Ferrari: stiamo parlando cioè di propulsore, cambio e sospensioni posteriori, 2018. Non la tecnologia dell'anno prima come adesso, ma quella corrente. In una condizione simile è sufficiente che Sauber non azzardi soluzioni troppo esasperate e sperimentali in areodinamica, insomma faccia una vettura onesta, affidabile ed efficiente (non roba fantascientifica) che i risultati arriveranno.
Per il 2018 basta qualche piazzamento a podio e sarà già un bel risultato... se poi ci fosse anche una sola vittoria

Dimenticavo, la vettura non avrà il quadrifoglio verde... ciò significa che siamo solo agli inizi... il bello deve ancora arrivare.


GENERAZIONI
Bialberi Alfa Romeo
JTS PROUD OWNER

Modificato da - Arese06 in data 06/12/2017 00:04:21
Torna all'inizio della Pagina

brambil





Regione: Emilia Romagna
Prov.: Ravenna
Città: Faenza


2355 Messaggi

Inserito il - 05/12/2017 : 19:11:44  Mostra Profilo Invia a brambil un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Io la vedo sotto un altro punto di vista, forse meno poetico.

I team vincenti sono formati da scuderie di 4 vetture, visti i test sempre più ridotti e la finta spending review si usano le gare per sperimentare, così serve un secondo team "satellite": gli inglesi, anche qui, hanno fatto scuola e Newey è stato l'autore di questa rivoluzione. Red Bull con Toro Rosso ha iniziato anni fa, così farà FCA nel 2018.
Red Bull ha tradotto il proprio nome, avendo acquisito la scuderia italiana e faentina () Minardi, FCA ha utilizzato un marchio che ha in pancia con già un palmares di vittorie (anche) in F1 e tanti motivazioni usabili lasciando a noi appassionati l'affannosa ricerca di quale sia la "vera" o "la migliore".



GTV 2.0JTS 2004 Omologato RIAR.
75 1.8 1988
147 1.6TS 2001
In cerca del 6V giusto...
The best mod for a 2.0 JTS is an Autotrader advert and buy a GT 3.2 or a GTA
Torna all'inizio della Pagina

Arese06





Regione: Emilia Romagna
Città: Reggio Emilia


6194 Messaggi

Inserito il - 06/12/2017 : 00:03:00  Mostra Profilo Invia a Arese06 un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Come sempre è l'insieme delle situazioni che portano a una scelta e in questo caso ce ne sono molte di valide.

Un'altra motivazione interessante è l'intenzione di Liberty Media, i nuovi gestori della F1, di abolire il doppio voto di cui gode Ferrari in seno al "parlamento" dei costruttori che gli permette di "guidare" le scelte nei regolamenti. Ferrari gode di questo privilegio, assieme a copiscui benefit economici, per il suo status di senatore della F1. Inserendo anche Alfa Romeo potrebbe ovviare al problema ristabilendo la maggioranza nelle votazioni. Del resto, come riporta Autosprint questa settimana, c'è la concreta possibilità in futuro che Maranello acquisti completamente Sauber, rendendola di fatto una Ferrari 2.

In ogni caso Alfa Romeo ne guadagna e questa operazione non va vista come un ripiego, perché la storia della F1 è piena di vicende analoghe che riguardano blasoni altrettanto importanti. Non a caso ho riportato più sopra le lunghe peregrinazioni di Mercedes che, non dimentichiamo, quando motorizzava McLaren ne era anche proprietaria del 40% con l'intenzione di acquisirla in toto, salvo poi mollarla per fagocitare la Brawn GP.



GENERAZIONI
Bialberi Alfa Romeo
JTS PROUD OWNER

Modificato da - Arese06 in data 06/12/2017 00:04:49
Torna all'inizio della Pagina

Capitan Harloock





Regione: Lazio
Prov.: Roma
Città: Colleferro


4795 Messaggi

Inserito il - 02/01/2018 : 13:13:26  Mostra Profilo Invia a Capitan Harloock un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Il ritorno dell'Alfa non è una presa per il culto

Dal 2 gennaio in edicola con Autosprint un numero speciale da collezione dedicato alla grande storia da corsa del marchio del Biscione




«Siamo solo all’inizio del ritorno in Formula Uno dell’Alfa Romeo». Sergio Marchionne l’ha ribadito senza tentennamenti pochi giorni prima del Natale appena trascorso parlando con i giornalisti.

C’è molto di più dietro la geniale operazione di marketing con la quale il marchio del Biscione grifferà la Sauber nel Mondiale di Formula Uno 2018. «La relazione con Sauber è un buon inizio – ha sottolineato – Ma credo che abbia bisogno di stabilire delle radici molto più profonde. Quello siglato col team svizzero è la base di un impegno vero e proprio meccanico e tecnico dell’Alfa in F.1. Non lo potrà fare subito perché il primo anno si dovrà appoggiare alla Sauber per lo sviluppo della vettura e avrà bisogno della Ferrari come risorse tecniche ma anche l’Alfa è in grado di ristabilire la sua presenza in F.1 in maniera indipendente sempre utilizzando (credo) i motori Ferrari a indicare lo sforzo che il Cavallino sta facendo in questa area».

Non c’è solo un adesivo, insomma, dietro al rientro di un marchio che riaccende la passione e riporta alla luce una storia leggendaria. Una meravigliosa riscoperta delle origini del Biscione a più di trent’anni dall’ultima apparizione in F.1 e con un futuro che finalmente non resta dietro le spalle.

È per questo che abbiamo voluto dedicare Autosprint Collection all’Alfa Romeo: riportare alla luce la grande storia da corsa del marchio che ha lasciato la sua impronta da subito vincendo i primi due campionati del mondo della storia della Formula Uno. Juan Manuel Fangio, spiegò un giorno la sua scelta di correre per l’Alfa Romeo (con cui nel 1951 vinse il mondiale F.1) dicendo: «Per un pilota correre per l’Alfa Romeo è come per un tenore cantare alla Scala».

Enzo Ferrari, lo sanno tutti, ha iniziato la propria carriera sia come pilota, sia come team principal, facendo correre vetture Alfa Romeo. Soltanto tanti anni dopo ha costruito le auto con il suo nome. E quando finalmente una Ferrari vinse il primo Gran Premio F.1, a Silverstone 1951 battendo proprio un’Alfa, il Drake non nascose una punta di rimorso dicendo: «Oggi è come se avessi ucciso mia mamma», riferendosi al marchio che l’aveva cresciuto. Ora quel marchio rinasce anche grazie alla Ferrari. Il resto di questa storia lo racconterà il futuro. Nel frattempo noi apriamo il cassetto dei grandi ricordi tuffandoci in un passato che non ha mai smesso di essere presente nel cuore degli appassionati.

Fonte: Autosprint.it



Torna all'inizio della Pagina

Capitan Harloock





Regione: Lazio
Prov.: Roma
Città: Colleferro


4795 Messaggi

Inserito il - 12/01/2018 : 20:28:55  Mostra Profilo Invia a Capitan Harloock un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Alfa Romeo Giulietta: HMS Racing svela la nuova vettura per la stagione 2018 di BTCC

Alfa Romeo Giulietta BTCC 2018 è stata svelata dal team HMS Racing agli Autosport International, esordio il prossimo 8 aprile 2018




HMS Racing ha svelato la nuova auto con cui affronterà il Campionato britannico di vetture da turismo. Si tratta di un’Alfa Romeo Giulietta che è stata presentata in occasione degli Autosport International. La vettura sarà guidata da Rob Austin, che resterà con la squadra per il terzo anno consecutivo dopo due stagioni con la Toyota Avenis di Handy Motorsport. Handy, che ha annunciato lo scorso agosto che avrebbe restituito il marchio Alfa Romeo al BTCC attraverso un accordo di squadra del dealer, ha rinominato il suo team HMS Racing durante l’inverno.

Austin ha dichiarato: “Siamo così orgogliosi di poter finalmente svelare la nuova Alfa Romeo Giulietta. Tutti nel nostro team hanno lavorato in modo incredibile per mantenere il progetto nei tempi previsti, garantendo una notevole attenzione ai dettagli.” Dobbiamo anche dare un enorme credito ai nostri fantastici partner tecnici, questa è un’auto BTCC unica.” Ricordiamo che lo scorso anno Austin è arrivato undicesimo in classifica e ha vinto l’ultimo round del campionato a Brands Hatch.

Le parole di Simon Belcher numero uno del team

Il capo della squadra, Simon Belcher, un ex concorrente della serie, ha detto che il team non vedeva l’ora di iniziare un intenso programma di test per ottenere il massimo dalla vettura del Biscione.”È molto emozionante vedere la risposta della nostra nuova Alfa Romeo che abbiamo progettato e costruito da zero”, ha affermato Belcher.”E’ stato difficile per me passare dal posto di guida nel BTCC alla supervisione dei progressi della squadra e quindi a sviluppare un’auto così straordinaria.”Il nostro ingegnere Matt Taylor e il resto del team hanno svolto un lavoro incredibile e sono estremamente orgoglioso di ciò che abbiamo raggiunto.


Fonte: investireoggi.it




Torna all'inizio della Pagina

Capitan Harloock





Regione: Lazio
Prov.: Roma
Città: Colleferro


4795 Messaggi

Inserito il - 29/01/2018 : 16:46:15  Mostra Profilo Invia a Capitan Harloock un Messaggio Privato  Rispondi Quotando


La SauberF1 Team ha pubblicato sui social network la data in cui sarà presentata la vettura 2018. Il nome scelto per la monoposto è C37 e la data sarà il 20 Febbraio 2018!






Torna all'inizio della Pagina

maurino





Regione: Lombardia
Prov.: Cremona
Città: Crema


1242 Messaggi

Inserito il - 15/02/2018 : 09:13:35  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di maurino Invia a maurino un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Alfa Romeo Sauber F1, ecco il sound del V6 turbo Ferrari





Ex: Alfa 147 1.6 120CV Ora: Alfa Nuova Giulietta 1.6 109CV Alfa Giulietta 1.750 TBI Q.V. 235CV
Torna all'inizio della Pagina

maurino





Regione: Lombardia
Prov.: Cremona
Città: Crema


1242 Messaggi

Inserito il - 16/02/2018 : 11:45:44  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di maurino Invia a maurino un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Tomaini Racconta: La dominazione DTM e Superturismo





Ex: Alfa 147 1.6 120CV Ora: Alfa Nuova Giulietta 1.6 109CV Alfa Giulietta 1.750 TBI Q.V. 235CV
Torna all'inizio della Pagina

maurino





Regione: Lombardia
Prov.: Cremona
Città: Crema


1242 Messaggi

Inserito il - 19/02/2018 : 16:41:34  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di maurino Invia a maurino un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
In pista con il pilota F1 Alfa Romeo Sauber su Giulia Quadrifoglio




Alfa Romeo. Formula 1. Il ritorno. Gli elementi del grande evento ci sono tutti. E l'evento c'è già stato, in parte, il 2 dicembre 2017, in occasione della presentazione ufficiale del team e dei piloti Marcus Ericsson e Charles Leclerc. Quel giorno in cui Sergio Marchionne disse testualmente: "Una gran figata". E una gran figata è stato fare il passeggero di Leclerc a Balocco, il centro di ricerca e sviluppo del gruppo FCA. Sto forse esagerando? No: guardare il video per credere.

Giulia Quadrifoglio, ancora lei
Noi questa Giulia provata più volte in pista e su strada, è stata una delle protagoniste dei Motor1Days dello scorso anno (a proposito, non mancate alla seconda edizione), mancava solo la prova con un pilota di Formula 1. E devo ammettere che le prospettive cambiano, quando il limite lo cerca uno abituato agli oggetti a 4 ruote più veloci del mondo. In che senso? Anche per questa risposta vi invito a guardare il video.

Una storia da raccontare
Alfa Romeo ha organizzato questa giornata a Balocco per far entrare piloti e membri del team Sauber nel clima dell'azienda, per far respirare loro la sua fantastica storia. Una sorta di immersione nell'atmosfera del Biscione, da rappresentare nel migliore dei modi, in giro per il mondo, quando scatterà il mondiale di Formula 1 (l'ultimo weekend di marzo). Quali saranno i risultati agonistici lo sapremo solo nel corso dell'anno, ma di sicuro di Alfa Romeo (il motore, lo ricordiamo, è 100% Ferrari) si è parlato di più negli ultimi tre anni che nei precedenti venti. E la Formula 1 ne farà parlare ancora di più.


Fonte: omniauto.it



Ex: Alfa 147 1.6 120CV Ora: Alfa Nuova Giulietta 1.6 109CV Alfa Giulietta 1.750 TBI Q.V. 235CV
Torna all'inizio della Pagina

maurino





Regione: Lombardia
Prov.: Cremona
Città: Crema


1242 Messaggi

Inserito il - 20/02/2018 : 16:24:46  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di maurino Invia a maurino un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
F1 2018, Alfa Romeo Sauber: ecco la C37







Ex: Alfa 147 1.6 120CV Ora: Alfa Nuova Giulietta 1.6 109CV Alfa Giulietta 1.750 TBI Q.V. 235CV

Modificato da - maurino in data 20/02/2018 16:33:52
Torna all'inizio della Pagina

Arese06





Regione: Emilia Romagna
Città: Reggio Emilia


6194 Messaggi

Inserito il - 22/02/2018 : 00:25:22  Mostra Profilo Invia a Arese06 un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
La scritta Alfa Romeo sull'alettone posteriore è da sbavo


GENERAZIONI
Bialberi Alfa Romeo
JTS PROUD OWNER
Torna all'inizio della Pagina

Bracco





Regione: Marche
Prov.: Ancona
Città: Fabriano - Senigallia


7952 Messaggi

Inserito il - 22/02/2018 : 07:31:08  Mostra Profilo Invia a Bracco un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Bella, ma dai colori un po' anonimi


ex Alfasud - ex Alfetta 2.0 '84 - ex 156 1.8 T.S. Pack Sport '98 - ex 145 1.4 T.S. L '98 - ex 156 2.0 JTS
GT 1300 Junior '74 - 147 1.9 JTD - Alfetta 2.0L '80 - Spider 1.6 '91 - GTV 916 V6 TB '97 - Giulietta TB GPL '16


Torna all'inizio della Pagina

Arese06





Regione: Emilia Romagna
Città: Reggio Emilia


6194 Messaggi

Inserito il - 23/02/2018 : 00:25:12  Mostra Profilo Invia a Arese06 un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Leggo su Autosprint che l'ingegnere italiano Luca Furbatto è lo chief designer della nuova Alfa-Sauber C37.
Furbatto, ex centro ricerche Fiat, ha seguito l'Alfa nel DTM sotto le direttive dell'Ing. Giorgio Pianta.
Che sia la prima cellula del nuovo reparto corse Alfa Romeo?


GENERAZIONI
Bialberi Alfa Romeo
JTS PROUD OWNER
Torna all'inizio della Pagina

maurino





Regione: Lombardia
Prov.: Cremona
Città: Crema


1242 Messaggi

Inserito il - 07/03/2018 : 08:55:29  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di maurino Invia a maurino un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
F1, Tatiana Calderon nuovo test driver dell'Alfa Romeo Sauber

La ragazza di 24 anni sbarca nel circus


19,13 KB

Il Team Alfa Romeo Sauber F1 è lieto di annunciare che "Tatiana Calderón sarà la Test Driver per la stagione di Formula 1 del 2018". Nel 2017, la 24enne Calderón ha iniziato a lavorare con team come driver di sviluppo, promossa poi al ruolo di test driver in questa stagione. Sta completando sessioni di addestramento con il simulatore e coaching con gli ingegneri sia durante diversi weekend di gara, sia presso la sede del team a Hinwil in Svizzera.

Fonte: sportmediaset.it


Ex: Alfa 147 1.6 120CV Ora: Alfa Nuova Giulietta 1.6 109CV Alfa Giulietta 1.750 TBI Q.V. 235CV



Modificato da - maurino in data 07/03/2018 09:31:19
Torna all'inizio della Pagina

maurino





Regione: Lombardia
Prov.: Cremona
Città: Crema


1242 Messaggi

Inserito il - 07/03/2018 : 10:03:44  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di maurino Invia a maurino un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Su Automobilismo d’epoca di Marzo il ritorno ai Gran Premi dell’Alfa Romeo








Ex: Alfa 147 1.6 120CV Ora: Alfa Nuova Giulietta 1.6 109CV Alfa Giulietta 1.750 TBI Q.V. 235CV
Torna all'inizio della Pagina

maurino





Regione: Lombardia
Prov.: Cremona
Città: Crema


1242 Messaggi

Inserito il - 14/03/2018 : 10:51:22  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di maurino Invia a maurino un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Limone Racconta: I Rallysti della Delta vanno a salvare Alfa Corse


Si parla del recupero Alfa Corse in questa seconda puntata delle nostre interviste con Sergio Limone. Finalmente la verità sulla 155 GTA, sulle stagioni Superturismo, DTM e ITCC, sulla GTA Stradale, sulla morte di Lancia e sulle politiche del Gruppo Fiat a metà anni ’90. Un documento fondamentale e storicamente ineccepibile, che divulghiamo con piacere.



18 dicembre 1991 – il Gruppo Fiat annuncia ufficialmente il ritiro della Lancia dal Mondiale Rally. Dopo aver dimostrato tutto e più di tutto, si poteva anche pensare un po’ agli altri, ritennero a Torino. Alfa Romeo si arricchisce della Squadra Corse Campionessa del Mondo Rally per 6 anni, con il solo dettaglio che i rally non sono esattamente identici alle gare di Turismo, come ci racconta Sergio Limone



Superturismo 1992, il riscaldamento della Squadra con Larini e Nannini, entrambi ex Formula 1. Alfa Corse vince l’Italiano, tracciando le linee per il vero obiettivo: DTM 1993. I tedeschi vengono travolti da un Team affiatato e abituato a ragionare con la velocità dei Rallysti, ingegneri di un altro pianeta, piloti terrificanti. Mercedes saluta il 1993 in lacrime, per la prima volta il DTM viene conquistato da una Squadra Italiana.






Fonte:drivexperience.it


Ex: Alfa 147 1.6 120CV Ora: Alfa Nuova Giulietta 1.6 109CV Alfa Giulietta 1.750 TBI Q.V. 235CV
Torna all'inizio della Pagina
Pagina: di 2  Discussione   
Pagina Successiva
 Nuova Discussione  Rispondi
 Versione Stampabile Bookmark this Topic Aggiungi Segnalibro
Vai a:
Club AlfaSport Forum © 2003-2012 Club AlfaSport Torna all'inizio della Pagina
Pagina generata in 0,23 secondi. herniasurgery.it TargatoNA.it SuperDeeJay.Net Snitz Forums 2000

Antidoto.org | Brutto.it | Estela.org | Equiweb.it